Un giorno a Eze!

Un giorno a Eze!

 15 agosto 2020
 circa 1 minuto

Un villaggio medievale:

L'ingresso al borgo medievale si trova a soli cinque minuti dalla fermata dell'autobus. Dall'ingresso, "La Poterne" porta le tracce dei vari assalti subiti nel corso dei secoli.

Furono i Mori, poi i Saraceni e infine le truppe di Luigi XIV all'inizio del XVIII secolo che, distruggendo il castello, diedero al villaggio una silhouette molto particolare.

 

I suoi ristoranti, negozi e artisti:

A Eze, bisogna passeggiare per le stradine strette, lasciarsi trasportare dal giro di una porta a volta, da una piazza ombreggiata da una pianta di peperoni finti o dal suono di una fontana.

Le vecchie case signorili o contadine oggi ospitano negozi, botteghe di artisti o artigiani dove si lavora il legno d'ulivo, il cuoio, la seta...

Eze-Village è anche un popolare punto di sosta per i buongustai con i suoi ristoranti gastronomici e le osterie con specialità mediterranee.

 

Il suo giardino esotico:

I vicoli seguono il rilievo della roccia fino alla cima del villaggio. Lì, tra le rovine del castello, il giardino esotico. Centinaia di piante, cactus, agavi, agavi, aloe, ma anche felci arboree, papiri, ecc. crescono a 429 m. sopra il Mar Mediterraneo.

La vista arriva fino a Saint-Tropez, la Corsica è visibile nelle giornate limpide.

 

Le sue spiagge e le sue escursioni :

I più coraggiosi o gli amanti della natura prolungheranno la loro visita con un'escursione alle spiagge di Eze Bord de Mer o accederanno al parco di La Revère sulla Grande Corniche a oltre 700 m. di altitudine.

Da lì, la vista a 360° conduce in Italia e sulle Alpi che si affacciano sulla Riviera francese e italiana.

Torna al blog